Qualche giorno fa ho avuto tra le mani un Asus Eee PC 900 XP, in prova per un paio di ore, e devo dire che non mi ha convinto.

 

Non male gli aspetti positivi, il portatile è veramente piccolo e molto leggero, e lo schermo si vede bene anche con la stanza illuminata. La scheda di rete wifi ha trovato la rete al primo colpo (e ci mancherebbe), in generale il sistema mi è sembrato abbastanza responsivo. Il collega che mi ha prestato il portatile lamentava sporadici "addormentamenti", ma non saprei essere più preciso, vista la breve durata della prova.

 

Sarà perché il mio computer principale è da qualche mese un Macbook Pro 15', ma la tastiera è stata una vera delusione. Sia con il portatile sulle ginocchia che sulla scrivania la scrittura è stata faticosa, i tasti sono molto ravvicinati e un po' duri, considerando come metro di paragone la tastiera dell'ibook G4.

Ho trovato molto difficile digitare guardando solo lo schermo. Può anche essere che sia solo questione di abitudine. Anche il touchpad non mi ha fatto una grande impressione, è molto piccolo e costringe a tenere alta l'accellerazione del puntatore.

 

Non so dire nulla della batteria, l'ho usato sempre attaccato alla rete e la batteria era carica già quando mi è stato portato.

 

In definitiva è sicuramente un giocattolo carino, potrebbe essere usato come lettore multimediale, gps o computer di emergenza. Per esempio sarebbe perfetto da usare in auto. Anche se penso che per ora non venderò il macbook pro ūüôā

Venerdì pomeriggio ci sarà Italia – Romania, partita valevole per le qualificazioni alle semifinali degli europei 2008.

 

E io mi immagino una Torino tutta davanti al televisore, con i cantieri fermi e le strade vuote. Quelle 2 ore saranno l'ideale, per fare la spesa senza fare coda ūüôā 

 

 

 

Ora che il processo di Cogne è passato attraverso i 3 gradi di giudizio non sentiremo più parlare, vero?

 

 

 

(qualche giorno fa) 

 

$collega: "che poi 'sto tempo, non lo capisco, ieri faceva caldo, oggi fa freddo…"

 

fabrizio: "mah, il tempo, se lo capissi farei il metereologo …"

 

Come è che la maggior parte dei commerciali parla con accento milanese? 

 

(di getto avevo scritto "sono milanesi", ma poi mi è venuto in mente il mitico si ringrazia la regione puglia per aver fornito i milanesi) 

Qualche tempo fa ho letto sul blog di un amico una parabola divertente, che però come tutte le parabole fa anche pensare. Secondo me merita una lettura.

Bolero un paio di giorni fa ha postato un bel riassunto sui rapporti tra imprenditori e dipendenti, che ti consiglio vivamente di leggere. Lo trovi qui


 tra il dire e il fare, la pagliuzza e la trave.

C’√® proprio solo l’imbarazzo della scelta sul proverbio da usare.

Repubblica, 16 Aprile 2008 

Scrivere qualche cosa di non banale sulla morte di Enzo Biagi non è facile.

 

In mezzo al frastuono dei personaggi televisivi che parlano parlano senza dire nulla, Enzo Biagi cercava di fare parlare le notizie, quelle semplici, quelle in cui ci imbattiamo tutti i giorni.

 

Ed è davvero un peccato che ci siano sempre meno persone così, capaci di raccontare le piccole cose.

Gtalk:

Categorie

Feed

  • Feed degli articoli
  • Feed dei commenti
  • Feed via FeedBurner