Customer Care /1

Genova  Vs Ankara

Se poi ti sentissi ispirato, qui c’è un altro post carino sull’argomento.

 

[AGGIORNAMENTO]

Sempre a proposito di Customer Care, io al Bagno Wave, di Punta Marina, non credo che metterò mai piede.

6 Commenti a “Customer Care /1”

  1. Antar scrive:

    Certo che ‘sti statunitensi so’ dei fenomeni…
    Invece di perdere tutto quel tempo e energia per poi fare pure la figura dell’idiota col marito nonf aceva prima a andare in macchina, prendere du’ spicci e portarli a Keith per pagare i caffé e lasciare magari anche uno straccio di mancia come ringraziamento?
    Certo che ‘sti statunitensi so’ dei fenomeni…

  2. Edm scrive:

    Ho letto e apprezzato tutti e tre i post che ci consigli. Interessanti anche le diverse reazioni dei due clienti italiani e della cliente americana. Più che altro mi chiedo se abbia senso un sistema in cui la soddisfazione dei clienti di bar, ristoranti e tavole calde debba tradursi in larghi profitti per i proprietari del locale e in insulti o complimenti, fosse anche su una ‘Way to go board’, per i camerieri. Ho sempre pensato che il servizio dei carri attrezzi per incidenti – quello degli “avvoltoi” – dovesse essere municipalizzato. Ora comincia a venirmi qualche dubbio anche per quello dei camerieri e dei baristi: non mi riferisco ai proprietari, ma a chi lavora per loro, parenti compresi.

  3. vb scrive:

    A proposito, si può criticare un locale che ti ha dato un cattivo servizio (come ho fatto io) senza dare per scontato che chi ti serve sia in cattiva fede e che si debba lanciare una campagna di boicottaggio, come ha fatto la mammina-che-le-hanno-toccato-il-bimbo del Bagno Wave… per come si è messa la situazione alla fine aveva ragione, però tu non ti presenti in un ristorante in momento di massimo casino pretendendo un piatto personalizzato per il bimbo (giusto per viziarlo, visto che il suddetto aveva già pure mangiato e la signora manco stava cenando lì), per poi stupirti che la personalizzazione non riesce… Anzi, adesso che me lo dici, domani bloggo sul Bagno Wave!

  4. Edm scrive:

    Il commento di @vb mi ha spinto a leggere anche il post sul Bagno Wave di Punta Marina. Davvero un caso interessante: mi restano alcuni dubbi di fondo, ma anche una certezza granitica. Non ricordo più chi fosse l’oratore, ma a una conferenza sulla comunicazione di massa appresi che piuttosto che chiedere a un giornale una smentita, è meglio fornirgli una buona notizia. Perché il Bagno Wave non appronta un ‘menu bambini’ a prezzi modici, a patto che già non lo abbia? E’ un ottima strategia per avere nuovi clienti e superare lo spiacevole incidente, no?

    P.S.: nessun coinvolgimento personale. Non conosco nessuno degli interessati e, confesso la mia ignoranza, non so nemmeno dove si trovi Punta Marina! Buone vacanze a tutti…

  5. bolero scrive:

    uh Punta Marina, che nostalgia, mi ci portavano quando avevo 4 anni… però ricordo solo piadine e bomboloni, granchi niente.

  6. danilo scrive:

    Qualcuno di voi sa perché a me blogspot non mi apre??

    Mi dà sempre errore..

Scrivi un commento

Gtalk:

Categorie

Feed

  • Feed degli articoli
  • Feed dei commenti
  • Feed via FeedBurner